fbpx

Pavimenti industriali sempre sporchi? Ecco le soluzioni

Pavimenti industriali sempre sporchi? Ecco le soluzioni

pavimenti sporchi

Sono in molti a porci questo quesito: come ci si dovrebbe comportare quando i pavimenti industriali sono sempre sporchi? Di certo non potranno mai essere impeccabili. Tuttavia, soprattutto in alcuni contesti, è essenziale poter contare su elevati livelli di igiene e pulizia.

Quali sono le pavimentazioni che tendono a sporcarsi di più e perché

Solitamente, a provocare questo tipo di difficoltà sono i pavimenti industriali in calcestruzzo. Infatti, se questi ultimi non vengono sottoposti a specifici trattamenti, la loro tendenza a sporcarsi potrà rivelarsi sempre maggiore rispetto ad altre tipologie di pavimentazioni.

Trattandosi di un materiale naturalmente polveroso e poroso, è chiaro che la superficie riesce a trattenere lo sporco in modo più rapido, e spesso persino eccessivo. Con il passare del tempo, e in alcuni casi anche subito, rimuovere alcune macchie e accumuli di particolari sostanze potrebbe risultare molto difficile se non impossibile.

Pertanto, come possiamo risolvere questo tipo di problematica e migliorare l’aspetto dei pavimenti industriali in calcestruzzo? Non è mai troppo tardi per agire. Non a caso, la tecnologia ci offre numerose soluzioni da non sottovalutare. Partiamo dalle più semplici fino ad arrivare alle opzioni più complesse, ma anche molto più funzionali.

Come avvalersi, in ogni circostanza, di un pavimento pulito e di qualità?

Se avete un pavimento in calcestruzzo non trattato, dovete sapere che attualmente è possibile contare su un trattamento protettivo apposito, impregnante e antipolvere. Questa si presenterà senz’altro come una soluzione interessante, facile e veloce da attuare, nonché molto utile per semplificare le operazioni di pulizia della superficie. Inoltre, questa opzione farà sì che il pavimento si sporchi con meno facilità.

A questo proposito, sappiate che ci sono numerose aziende che propongono prodotti di qualità e in grado di offrire un effetto antistatico, garantendo altresì la realizzazione di un lieve strato protettivo. Quest’ultimo andrà a limitare la porosità del materiale in maniera decisiva, semplificando ancor più le operazioni di pulizia e riducendo drasticamente le possibilità di accumulo di sporco.

Alcuni trattamenti impregnanti antipolvere risultano anche altamente economici e al tempo stesso funzionali. Tuttavia, quella che abbiamo appena visto non è una soluzione permanente: è una protezione per pavimenti industriali che può durare solo alcuni anni.

Durerà di più in ambienti non sottoposti al costante traffico di cose e persone. Perciò, il trattamento in questione necessita di essere effettuato periodicamente.

Ad ogni modo, è importante considerare che questi prodotti si applicano velocemente e molti professionisti del settore possono occuparsi dell’applicazione al posto vostro.

Un altro trattamento da valutare: quello indurente

Per evitare che i pavimenti industriali in calcestruzzo siano sempre sporchi, è possibile contare sui trattamenti indurenti ai silicati di litio.

Si tratta di una soluzione innovativa e all’avanguardia, molto interessante e duratura. Alcuni prodotti possono proporre una protezione permanente, rendendo la superficie più solida e meno porosa, e riducendo le correlate attività di manutenzione. Ma come funziona questo trattamento?

È stato riscontrato che il silicato di litio, una volta combinato con l’acqua, fa reazione con la calce libera che si trova all’interno del calcestruzzo. Come risultato, si formano dei cristalli non solubili e molto duri. Essi rendono la superficie più solido e resistente, in particolare all’abrasione, e ne migliorano la resistenza chimica.

Abbiamo a che fare con un trattamento protettivo e traspirante, che non si sciupa nel tempo, ma anche con prodotti altamente funzionali e capaci di semplificare al massimo le operazioni di pulizia. In alcune varianti, possono inoltre cambiare l’aspetto dei pavimenti industriali: permettono di avvalersi di superfici colorate, opache o lucide.

L’altra soluzione da considerare: i rivestimenti in resina

I pavimenti industriali in calcestruzzo possono diventare un perfetto sottofondo per i rivestimenti in resina oppure per la realizzazione di una vera e propria pavimentazione in resina. Nella maggior parte dei casi, basta preparare il pavimento, levigandolo e pulendolo, per poi applicare la resina.

Quando si opta per il rivestimento, si finisce per avere a che fare con una superficie elastica, realizzata con una pellicola sottile, da applicare attraverso una sorta di verniciatura.

Grazie a questa soluzione, si protegge il pavimento sottostante, eliminando le problematiche dovute essenzialmente alla sua porosità. Solitamente, con due o tre passate di resina epossidica o poliuretanica, il rivestimento è pronto e la pavimentazione apparirà rinnovata.

Si tratta di una scelta efficiente e poco costosa, che eleva non solo i livelli di igiene e la facilità di pulizia della superficie: propone inoltre un migliore impatto estetico e notevoli standard di sicurezza. Chiaramente, non è una soluzione adatta a tutti i contesti e a qualunque esigenza ambientale, ma può rappresentare una validissima opzione per molte strutture industriali e commerciali.

Le pavimentazioni industriali in resina

Il mercato propone varie soluzioni, anche sotto questo punto di vista. Tra i pavimenti industriali più utilizzati troviamo quelli realizzati con resina autolivellante, adatti perlopiù agli ambienti commerciali, ma anche alle aziende alimentari, farmaceutiche, elettroniche, cosmetiche etc.

È possibile optare altresì per pavimentazioni con malta cementizia, con massetto epossidico, in resina e cemento, multistrato, conduttive e antipolvere.

Solitamente, quelle in multistrato sono ottime per gli ambienti di lavorazione degli alimenti, per i depositi e per le diverse aree tecniche e/o dedicate alla produzione. Il massetto epossidico è invece ideale per i pavimenti soggetti a una sollecitazione intensiva e costante, dovuta a macchinari e a movimentazioni varie.

In generale, ogni contesto ha la sua soluzione, e non è necessario eseguire particolari lavori prima della posa: molte volte basta preparare il sottofondo con un’operazione di levigatura e pulizia. Il sottofondo può tranquillamente essere costituito dal preesistente pavimento in calcestruzzo. Questo riduce notevolmente i costi e i tempi di realizzazione.

Le opzioni da considerare per chi desidera avvalersi di pavimenti industriali funzionali e più puliti sono molte. Certamente, le pavimentazioni in resina possono rivelarsi la soluzione migliore e, con l’aiuto degli esperti del settore, ogni industria può contare sul tipo di superficie più idonea, e personalizzarla relativamente alle specifiche esigenze.

Perché proprio la resina?

Sì, a questo punto la domanda sorge spontanea. Infatti, sicuramente si tratta di una superficie più facile da pulire, ma perché dovrebbe essere preferita ai trattamenti per il calcestruzzo?

Di certo, non vogliamo dirvi che i trattamenti per ottimizzare i pavimenti industriali in calcestruzzo non sono idonei, ma solamente che optare per la resina può rappresentare la scelta più valida e duratura. Infatti, abbiamo a che fare con un materiale molto versatile, che garantisce ampie possibilità di personalizzazione, sia da un punto di vista estetico che per quanto riguarda le specifiche tecniche.

I pavimenti in resina vantano inoltre un’elevata resistenza chimica e meccanica, e possono sopportare tranquillamente le forti sollecitazioni tipiche delle aree operative contenenti macchinari. Resistono molto bene agli urti, alla movimentazione di carichi pesanti, all’abrasione e all’usura. Sono uniformi e privi di giunture, economici e versatili, richiedono poca manutenzione e si rivelano idonei per magazzini e garage.

Esistono diversi tipi di pavimentazioni in resina e si distinguono tra loro per la composizione, lo spessore e le tipologie di finiture. Possono essere decorate e colorate, proporre superfici antisdrucciolo o antipolvere, ed essere realizzate per soddisfare le più particolari necessità. Essenzialmente, a differenza del calcestruzzo, la resina è duratura e adattabile alle più svariate esigenze ambientali.

In poche parole, è possibile puntare su composizioni e metodi di applicazione differenti, su proprietà aggiuntive e su peculiarità molto interessanti. Per tutti questi motivi, sul mercato sono disponibili soluzioni diversificate e consone ad ogni tipologia di industria, anche a quelle che necessitano di poter contare su ambienti caratterizzati da elevati livelli di igiene e pulizia.

È arrivato il momento di cambiare pavimento?

Riassumendo, è chiaro che per molte realtà il calcestruzzo non è certo la soluzione più ottimale. Richiede attenzione e un’elevata manutenzione, e nonostante tutto non offre le caratteristiche desiderate e i requisiti necessari.

La resina, al contrario, è stata protagonista di numerose evoluzioni e, ad oggi, abbiamo a che fare con un prodotto a dir poco unico. È versatile e personalizzabile, sicura ed economica, e propone un notevole impatto estetico. Non a caso, attualmente è usata persino all’interno di contesti residenziali.

Perciò, è davvero una soluzione da non sottovalutare, che consente di avvalersi di pavimenti industriali di una qualità superiore e dalla resa eccellente, anche con il passare del tempo.

Le soluzioni di ResinSystem

ResinSystem Italia si occupa da anni di realizzare rivestimenti e pavimentazioni in resina molto valide e adatte a ogni tipo di ambiente. Tuttavia, ci occupiamo inoltre della progettazione e realizzazione di pavimenti in calcestruzzo attraverso l’uso di una particolare vibrofinitrice laser.

Quest’ultima assicura accurati livelli di planarità; consente di creare una superficie più compatta, resistente e duratura, e di ridurre i conseguenti costi di manutenzione. Questa potrebbe rivelarsi un’ottima soluzione per coloro che non vogliono passare dal calcestruzzo alla resina, ma desiderano comunque avvalersi di una qualità a dir poco notevole.

Tra le pavimentazioni che proponiamo, ci sono differenti opzioni che vedono il cemento come protagonista, che rappresentano l’alternativa ideale per strutture dedicate alla logistica e all’agricoltura; per industrie chimico-farmaceutiche, meccaniche e alimentari; per parcheggi, piazzali e rampe; edifici civili e commerciali, e molto altro.

Pertanto, se desiderate fare qualche cambiamento all’interno della vostra struttura e sostituire i vostri pavimenti industriali, adesso sapete chi chiamare… Non esitate a contattarci per ottenere ulteriori informazioni e una consulenza personalizzata e senza impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *