fbpx

Perché scegliere un pavimento in resina? Eliminiamo ogni dubbio!

Perché scegliere un pavimento in resina? Eliminiamo ogni dubbio!

Se state pensando di ristrutturare la vostra casa e di avvalervi di un pavimento in resina, ma siete sopraffatti da mille dubbi e perplessità, vi trovate proprio sulla pagina web giusta. Siamo qui per eliminare ogni vostro dubbio con una mini-guida che potrà fare la differenza e aiutarvi a fare la scelta migliore per voi.

Quali sono le principali caratteristiche delle pavimentazioni in resina?

La resina è un materiale molto diffuso anche perché, grazie alla sua versatilità, può essere adoperata per rivestire qualsiasi ambiente (bagno, cucina, soggiorno, camera da letto, studio, ufficio, magazzino, laboratorio, etc.), garantendo un risultato inedito e originale, con un tocco di modernità.

Il pavimento in resina crea sorprendenti effetti ottici e vanta la capacità di donare agli ambienti vivace luminosità e uniformità degli spazi, facendoli apparire più ampi ed estesi. Inoltre, la resina può essere applicata su tantissime superfici diverse fra loro, e persino su materiali e superfici difficili come metallo o vetro.

Pavimento in resina: 7 tipologie di effetti speciali

Il pavimento in resina è un vero e proprio elemento d’arredo: potrete decidere di realizzarlo con l’effetto che più vi conquista. Vediamo insieme 7 effetti capaci di conferire uno stile ricercato e singolare al vostro pavimento.

1.     Effetto monocromatico

È realizzato con la resina epossidica e la resina poliuretanica. Entrambe conferiscono all’ambiente uno stile minimal, poiché le tonalità dei colori sono uniformi e non presentano particolari sfumature.

2.     Effetto policromatico

In questo caso vengono utilizzate tonalità diverse, applicate sulla superficie in modo alternato e partendo solitamente dal colore più scuro. Questa tecnica permette di creare tantissime sfumature ed è consigliata per chi ha voglia di rendere l’ambiente creativo, originale e raffinato.

3.     Effetto materico

È possibile ottenerlo con la resina cementizia, la quale si presenta con caratteristiche paragonabili a quelle del calcestruzzo. Con questo effetto, le superfici sono caratterizzate da tonalità opache. Il trattamento più diffuso per il pavimento in resina cementizia è lo spatolato.

 

pavimenti in resina

4.     Effetto lucido

Con questo tipo di finitura, il pavimento appare più brillante, elegante e luminoso. Ad oggi, in commercio ci sono resine con diversi gradi di brillantezza, che vanno dal più opaco al più lucido, arrivando perfino a ottenere un effetto vetrificato.

5.     Effetto Opaco

Rispetto a quello lucido, il pavimento in resina opaco è meno predisposto all’usura e al deterioramento, è più resistente ai graffi e ai danni causati dall’esposizione solare.

6.     Effetto Artistico

Questa tipologia di finitura è perfetta per raccontare la vostra personalità. Infatti, si concretizza in lavorazioni molto complesse e minuziose. Grazie alla preziosa manodopera e all’esperienza degli operatori, si possono ottenere effetti personalizzati, raffinati e di grande impatto estetico.

7.     Stampe

Grazie alle nuove tecnologie in 3D, è possibile avvalersi di risultati ancor più particolari. Infatti, tra i vari tipi di resina decorativa, esiste un sistema ultramoderno che permette di inserire nel pavimento delle stampe in alta definizione.

Tante opportunità per un pavimento in resina perfetto

Insomma, le pavimentazioni in resina hanno davvero tante peculiarità e alcune di esse le abbiamo elencate in altri articoli che potranno aiutarvi a conoscere ancora meglio questo materiale. Ad ogni modo, è chiaro che si tratta di una scelta versatile e funzionale sotto ogni punto di vista. Non siete d’accordo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *