fbpx

Rivestimenti in resina o ceramica? Ecco le differenze

Rivestimenti in resina o ceramica? Ecco le differenze

Quando pensiamo ai rivestimenti, ci vengono in mente tre fattori: funzionalità, durabilità e bellezza. Non è vero? Perciò, iniziamo a cercare e ci chiediamo quali siano i materiali e le tonalità ideali. Tuttavia, trovare la soluzione giusta non è poi così semplice. Per questi motivi, oggi abbiamo intenzione di parlarvi delle differenze tra rivestimenti in resina e rivestimenti in ceramica: quale dovreste scegliere e perché?

Due opzioni altamente vantaggiose

Lavorando da anni nel settore dei rivestimenti in ceramica e dei rivestimenti e pavimenti in resina, possiamo dire con estrema certezza che entrambe sono soluzioni da non sottovalutare. Si tratta infatti di materiali innovativi, facili da pulire, eleganti, moderni e in grado di proporre notevoli possibilità di personalizzazione, nonché un importante impatto estetico.

Chiaramente, la scelta dipende molto dai vostri gusti, ma anche dal contesto in cui desiderate inserire il nuovo rivestimento. Perciò, quali sono i dettagli da considerare per poter fare la scelta migliore per voi?

Le caratteristiche dei rivestimenti in resina

La resina è disponibile in differenti tipologie e ognuna di esse consente di rivestire e decorare superfici di ogni tipo (sia pavimenti che pareti).

Inizialmente, veniva usata solamente per le industrie, gli ospedali e gli ambienti pubblici o commerciali. Con il tempo, però, l’innovazione e i progressi del settore ci hanno permesso di implementarla in qualunque tipo di immobile: questo materiale si rivela adatto a ogni ambiente (anche in bagno e in cucina) e si presenta come una soluzione altamente versatile, suggestiva e personalizzabile.

I rivestimenti in resina possono impermeabilizzare le superfici e dare a ogni contesto un tocco in più di carattere. È possibile optare per differenti colori e finiture, ma anche per particolari decorazioni.

Questo materiale assicura una grande durata nel tempo e una notevole resistenza; è igienico e facile da pulire (l’assenza di fughe consente di evitare la formazione di muffe e l’accumulo di batteri); non necessita di particolari manutenzioni o di invasivi lavori per l’installazione; è economico e propone un notevole impatto estetico.

rivestimenti

I rivestimenti in ceramica e le loro peculiarità

Ovviamente, i rivestimenti in ceramica sono molto diversi da quelli in resina, soprattutto da un punto di vista del design. In ogni caso, pur se si tratta di materiali nettamente differenti, possiamo ritrovare in ognuno di essi quasi le stesse caratteristiche: dalla durabilità alla resistenza, dalla versatilità alla funzionalità.

Nel nostro territorio, la ceramica viene vista come un elemento d’eccellenza, idoneo per ogni contesto outdoor e indoor. Anche in questo caso, grazie alle numerose possibilità di personalizzazione, questi rivestimenti possono diventare moderni o classici, minimal o più elaborati, permettendo ogni volta di creare un ambiente accogliente e rilassante.

La ceramica ci consente di rivestire sia i pavimenti che le pareti, usando piastrelle di diverse forme e dimensioni, semplici o decorate.

Rivestimenti in resina e rivestimenti in ceramica: quale preferite?

Provate a dare un’occhiata alle nostre realizzazioni. Poi, immaginate l’ambiente che vorreste rinnovare, prima con la ceramica e poi con la resina. A quel punto non vi resterà altro che eliminare ogni dubbio contattandoci e richiedendoci una consulenza personalizzata: potremo rispondere a tutte le vostre domande relative ai rivestimenti in resina e a quelli in ceramica, e aiutarvi a trovare la soluzione migliore per voi e per i vostri immobili. Vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *