fbpx

Vernice per pavimenti in ceramica? Cercate la resina!

Vernice per pavimenti in ceramica? Cercate la resina!

vernice per paviemnti in ceramica

Se state cercando una buona vernice per pavimenti in ceramica, la vostra intenzione è quella di rinnovare le piastrelle. Non è così? Magari non sono più belle come una volta o presentano qualche spaccatura che volete coprire. Forse, invece, avete voglia di dare un tocco di novità all’ambiente, desiderate di cambiare il look della stanza e/o renderla più adatta ai vostri figli…

In ogni caso, cambiare la pavimentazione potrebbe risultare dispendioso, nonché prevedere una serie di lavori che richiedono tempo. Per evitare spese elevate e disagi, avete pensato alla vernice per pavimenti in ceramica. Ma di cosa si tratta esattamente? Partiamo dalle basi.

Rinnovare i pavimenti: alcuni consigli

Quando si tratta di pavimenti, il termine “vernice”, inteso come “pittura”, potrebbe non essere quello più esatto. Infatti, questa soluzione funzionale, intelligente e low cost, solitamente si mette in atto usando uno smalto o la vernice bicomponente a base di resina. Entrambe le opzioni si rivelano interessanti e pratiche. Possono essere portate a termine in completa autonomia, ma chiaramente andranno selezionati i migliori prodotti del settore e usati gli strumenti giusti e le tecniche di applicazione più adeguate.

Con questi presupposti, è utile sapere che in commercio esistono diversi prodotti, idonei per differenti ambienti. Entriamo nel dettaglio.

Lo smalto per le pavimentazioni

Al giorno d’oggi, cambiare colore alle piastrelle dei pavimenti non è difficile. Infatti, gli smalti reperibili sul mercato sono moltissimi e la loro applicazione non è poi così complicata come si potrebbe pensare. Scegliere un buono smalto significa avvalersi di un risultato qualitativamente soddisfacente e durevole.

Questo tipo di prodotto, se selezionato con cura e applicato come si deve, è resistente al continuo calpestio, all’umidità, ai graffi, agli urti e alle sostanze chimiche aggressive. Proprio come ogni vernice per pavimenti in ceramica, gli smalti sono disponibili in vari colori e possono proporre una finitura opaca o satinata, antiscivolo e persino antialone. Sono idonei per l’applicazione su piastrelle in gres porcellanato e ceramica, ma anche su altre tipologie di pavimento.

Come si applica lo smalto sulla pavimentazione?

Se si decide di muoversi autonomamente, il suggerimento è quello di prediligere gli smalti che non necessitano dell’applicazione di un primer o della presenza di fondi di collegamento. Questi prodotti sono i più semplici da applicare e molto spesso sono anche i migliori presenti sul mercato.

In genere, sulle confezioni viene spiegato nel dettaglio come procedere alla posa. Pertanto, non resta altro che seguire le indicazioni, e il lavoro sarà fatto e rifinito in poche ore. Nonostante questo, ci teniamo a consigliarvi di applicare il prodotto a mani regolari ma incrociate, facendo attenzione ad evitare di formare uno spessore non uniforme. Sarà utile inoltre occuparsi di una piccola parte del pavimento alla volta (non più di 2 metri quadri), andando avanti solo dopo aver finito il pezzo.

Altri suggerimenti per una corretta applicazione dello smalto

Quando si sceglie di usare lo smalto al posto di qualunque altra vernice per pavimenti in ceramica, è comunque una buona idea iniziare dai lati della stanza. Si dovrebbe usare un pennello per gli angoli e un rullo per il resto della pavimentazione. Dopo una fase di asciugatura della durata di 3 ore (durante la quale non si dovrà assolutamente toccare le superfici), si potrà passare una seconda mano di prodotto. Per ottenere un miglior risultato, è opportuno lasciar passare 24 ore fra la prima e la seconda mano.

Infine, vi suggeriamo di prestare attenzione durante la scelta dello smalto, in quanto ogni composto potrebbe essere più o meno adatto ad un determinato tipo di ambiente.

Smalto o resina?

È utile dire che questi smalti sono ottimi, ma chiaramente non sono in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza. Oltretutto, hanno il loro costo. Quest’ultimo, se paragonato alla durabilità, all’efficienza e alle altre caratteristiche della resina, può di certo risultare inappropriato, in particolar modo se sono da rinnovare pavimentazioni di notevoli metrature. Proprio per questi motivi, e anche grazie alle evoluzioni degli ultimi anni, non sono poche le persone che prediligono la vernice per pavimenti in ceramica a base di resina al posto dello smalto.

Le resine: una soluzione più innovativa e funzionale

Le resine per pavimenti vengono usate da tantissimi anni in ambito industriale e negli ultimi tempi hanno trovato spazio all’interno degli ambienti più piccoli, come quelli residenziali e commerciali. Questo è accaduto grazie alla tecnologia, che ci consente di portare in ogni contesto un materiale altamente personalizzabile. Non a caso, si sente spesso parlare di resina 3D o decorativa, di vari colori ed effetti, e quindi di pavimenti e rivestimenti belli e funzionali allo stesso tempo.

Tra l’altro, abbiamo a disposizione un prodotto unico in termini di durabilità, resistenza, versatilità di applicazione e livelli di igiene proposti. In più, la resina non è così costosa come si può pensare. Il fatto di poterla applicare su pavimenti esistenti, senza dunque eliminarli per procedere alla posa, rende i lavori ancora meno dispendiosi e più rapidi. Tuttavia, esistono differenti tipi di resina da prendere in considerazione.

La scelta della resina: la speciale vernice per pavimenti in ceramica

Scegliere una valida vernice a base di resina significa trovare un prodotto veloce da applicare e in grado di asciugarsi altrettanto celermente. In questo caso, come anticipato, si consigliano le vernici bicomponenti. Queste vengono realizzate con resine epossidiche o poliuretaniche che, pur trasformandosi in una sottile pellicola aderente al pavimento, garantiscono una valida resistenza, persino ai graffi.

In genere, queste vernici propongono due strati, da cui deriva appunto il nome “bicomponente”. Il primo strato è composto dalla resina epossidica colorata o trasparente (da scegliere in base a gusti ed esigenze), che va ad ancorarsi saldamente alla pavimentazione. Il secondo, invece, si presenta come una finitura traspirante, che può essere differente relativamente al tipo di contesto e, chiaramente, ai gusti personali.

Altre caratteristiche proposte dalle vernici bicomponenti a base di resina

Come anticipato, le vernici bicomponenti sono facili da applicare e assicurano di poter portare nell’ambiente tante delle migliori caratteristiche dei pavimenti in resina. In questo caso, abbiamo a che fare con prodotti idonei per qualunque ambiente domestico (anche bagno e cucina) e lavorativo. Permettono di impermeabilizzare la pavimentazione e di rinnovare l’ambiente, con la certezza che lo strato di vernice durerà molti anni, anche se sottoposto ad un calpestio continuo.

Ulteriori dettagli da non sottovalutare

Le vernici per pavimenti in ceramica a base di resina propongono la realizzazione di superfici resistenti non solo ai graffi, ma altresì agli agenti aggressivi contenuti nei detergenti. Non temono l’umidità e possono essere colorate o trasparenti, con finitura lucida od opaca. Molte di queste vernici sono specifiche per l’applicazione su piastrelle in ceramica, gres porcellanato e monocottura. In poche parole, si presentano come una soluzione a dir poco eccezionale, che chiaramente vale la pena di prendere in considerazione.

Come usare la resina per verniciare i pavimenti?

Una volta scelto un prodotto idoneo e di qualità, si potrà iniziare a preparare l’ambiente per la posa della vernice a base di resina. Pertanto, sarà doveroso pulire adeguatamente la pavimentazione e spegnere, se presente, il riscaldamento a pavimento (è opportuno spegnerlo qualche ora prima dell’inizio dei lavori). In seguito, si potrà posare il primer e, successivamente, la vernice.

Sarà possibile usare un pennello e/o un rullo, iniziando sempre dai lati e procedendo con l’applicazione nella parte interna della stanza. Una volta finito, si dovranno attendere circa 5 ore per l’asciugatura, per poi passare eventualmente una seconda mano di prodotto.

Cosa dovreste sapere per eseguire un’applicazione a regola d’arte (o quasi!)

Quando si tratta di resina e, in particolare, di vernice per pavimenti in ceramica, è utile sapere che non sempre è necessaria una seconda mano. Infatti, soprattutto quando il prodotto è di elevata qualità e quando la pavimentazione presente lo consente, una prima passata è sufficiente. È importante dire inoltre che a molte vernici a base di resina non andrebbe mai aggiunta l’acqua. Infatti, quest’ultima potrebbe influenzare negativamente le caratteristiche del prodotto, nonché portare lo strato di resina a staccarsi dal pavimento dopo un breve periodo di tempo.

Fai-da-te o lavoro professionale?

Come anticipato, la verniciatura della pavimentazione può essere fatta in completa autonomia, sia quando si tratta di resina che nel caso si scelga di utilizzare uno smalto. Nonostante questo, però, ci sono alcuni dettagli da non sottovalutare, che spesso portano le persone a scegliere di affidarsi ad un professionista. In primo luogo, è utile dire che non tutti i prodotti sono uguali. È doveroso saperli selezionare nonché optare per una notevole qualità.

Quest’ultima può portare però ad una procedura di applicazione molto più complessa. In alcuni casi, ad esempio, è necessario usare un primer apposito e stenderlo seguendo specifiche modalità, mentre in altre situazioni bisogna preparare il sottofondo in maniera particolare. A volte, è persino doveroso trattare il pavimento con prodotti appositi, per far sì che diventi più poroso e quindi più capace di far aderire la resina o lo smalto. Proprio per questi motivi, scegliere di affidarsi ad un professionista non è di certo sbagliato!

Il team di ResinSystem Italia vi aspetta

Ora che sapete cos’è una vernice per pavimenti in ceramica e che conoscete alcuni accorgimenti da non sottovalutare, non vi resta che decidere: fai-da-te o lavoro professionale? Se deciderete di indirizzarvi verso la seconda opzione, potrete contare sul team di ResinSystem Italia.

Ci occupiamo da anni della realizzazione di pavimenti in resina di elevata qualità, usando i migliori prodotti del settore e le tecniche più all’avanguardia. Gli strumenti non ci mancano, né tantomeno l’esperienza! Qualità e professionalità saranno al vostro servizio per rinnovare i vostri ambienti con la migliore vernice per pavimenti in ceramica a base di resina. Vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *