fbpx

Pavimenti in resina… la resistenza non è mai troppa!

Pavimenti in resina… la resistenza non è mai troppa!

resistenza della resina

Abbiamo parlato più e più volte di pavimenti in resina. Infatti, ci piace tanto usarla e proporla ai nostri clienti proprio per le sue tante caratteristiche. Una delle qualità che ci colpisce di più è certamente la resistenza. Quest’ultima ci porta a proporre questo materiale a famiglie, uffici, aziende, industrie di ogni tipo, laboratori e negozi. In pratica, i pavimenti in resina sono praticamente adatti a ogni contesto e ogni volta offrono funzionalità e garanzie importanti, tra le quali troviamo appunto elevati livelli di resistenza.

La tecnologia e i suoi passi da gigante: la resina ne ha certamente beneficiato

L’innovazione si è da tempo infiltrata nel settore delle pavimentazioni e dei rivestimenti, toccando la resina molto da vicino. La tecnologia ha già permesso a questo materiale di nascere con notevoli doti di resistenza ad ogni tipologia di stress. Proprio per questo, i pavimenti in resina si rivelano perfetti per differenti settori e numerosi tipi di industrie.

Tuttavia, i progressi sono stati fatti e, attualmente, non solo i materiali sono stati ulteriormente migliorati: sono previsti vari trattamenti che consentono di conferire alla resina tantissime caratteristiche e funzionalità in più. Perciò, possiamo dire che i limiti sono ben pochi, che le opportunità di personalizzazione sono elevate, e che questo materiale può tranquillamente diventare ancor più resistente di quello che è “per natura”, semplicemente grazie a qualche specifico trattamento.

In base alle necessità e alla destinazione d’uso dell’ambiente in cui verrà inserito il pavimento in resina, è possibile cambiare qualcosa e avvalersi di tutta la resistenza che serve. Quindi, con una pavimentazione di questo genere, con i dovuti trattamenti e specifici cicli applicativi, possiamo creare la superficie perfetta per un’officina o un’industria meccanica o automobilistica; per industrie tipografiche e cartiere; per laboratori chimici e farmaceutici; per tutte le aziende dedite alla lavorazione degli alimenti, e molto altro. La resina è così resistente che può essere introdotta in ambienti con un traffico medio e pesante.

Resistenza: una parola che racchiude tante specifiche caratteristiche

I pavimenti in resina sono resistenti e questo l’abbiamo appurato. Tuttavia, come ben sapete, ci sono tanti “modi di essere resistenti”! Infatti, questo materiale colleziona tante peculiarità e si rivela resistente a:

  • agenti e sostanze chimiche e/o aggressive
  • oli
  • acqua (è impermeabile)
  • lavaggi frequenti
  • usura generale
  • traffico costante di cose e/o persone
  • abrasione
  • urti
  • compressione
  • sollecitazioni meccaniche
  • shock termici.

Grazie ad alcune particolari finiture e cicli applicativi, i pavimenti in resina possono persino risultare resistenti alle scariche elettrostatiche, e quindi avvalersi di una notevole protezione dai conseguenti danni. È possibile inoltre creare una pavimentazione idonea per le industrie dove vengono lavorati materiali esplosivi o infiammabili, e/o stoccate merci pericolose.

Perciò, è ovvio che la resina… è resistente proprio su tutti i fronti! Oltre a questo, può presentare funzionalità importanti, come ad esempio quelle acquisite grazie a un trattamento antisdrucciolo, e tante altre rilevanti prestazioni chimiche e meccaniche. Pertanto, possiamo dire con certezza che i pavimenti in resina non deludono e si presentano come un’ottima soluzione in numerose situazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *